Fondato nel 2007 a Piana di Monte Verna - Città delle Lumache

Centro di

ELICICOLTURA


Piana di Monte Verna  (CE)

Fondato nel 2007

FILIERA 

LUMACHE

ITALIANE

MARCHIO DI QUALITÀ 

il Marchio di qualità per la tutela e lo sviluppo di una elicicoltura assolutamente naturale, nel rispetto di chiocciole di alta qualità
Realtà nazionale che associa tutti gli elicicoltori, appassionati della piccola lumaca Helix di allevamento e chiocciole Aspersa

Elogio all’elicicoltura Genuina

Giovanni Romano - Giovanni Avagnina


In queste settimane l’Italia, la nostra nazione e quella di molti che leggono queste righe, vive una situazione tanto rara quanto delicata. Le attuali condizioni di emergenza, ampiamente spinte da un momento così particolare, rendono tutti i popoli del mondo accorati e uniti sotto una bandiera che chiama alla solidarietà, al senso di unione e di forza. Questa grande sfida a cui la nostra Italia è tra le prime chiamate in battaglia contro l’ormai conclamato nemico, sta mostrando gli effetti di una comunità fatta di grandi uomini e donne, pieni di dignità, passione e rispetto. 


In questa era dei social, del mondo connesso, e dell’online il paradosso che porta tutti a restare a casa (e non a tutti con il piacere di dovervi permanere per forza), sta offrendo tanti spunti, momenti di grande simpatia, uniti a quelli di riflessione e cordoglio per chi sta combattendo contro il virus e per chi non ce l’ha fatta.


Queste frasi, sicuramente già inflazionate sul web, nelle chat, in Tv e forse da molti anche usate a sproposito e fuori luogo, vogliono solo essere un monito di condivisione, rispetto e grande ammirazione per quanto si stia portando avanti. 


Agli inizi della scorsa settimana, quando tutto ancora era incerto, ma iniziavano a susseguirsi con le ordinanze le prime, crescenti limitazioni, le nostre due sedi sono state letteralmente sommerse dalle chiamate giunte da tutti gli allevatori che seguono il nostro metodo all’estero: Tunisia, Marocco, Serbia, Spagna, Grecia, Libano, Georgia, Francia, Argentina ecc - nonchè dagli allevatori italiani delle regioni della nostra penisola. La solidarietà e vicinanza mostrata da tutti i nostri partner, confederati, amici di sempre e sostenitori della nostra organizzazione è stata grande e sappiano che è altrettanto, anche ora che tutto ha un respiro molto più ampio. 


Vogliamo tranquillizzare anche coloro che si sono preoccupati degli effetti che tale evento ha potuto scatenare nel settore dell’Elicicoltura, già ampiamente martoriato dalla stupidità e della poca lungimiranza di molti millantatori, venditori della domenica e imbonitori di metodi che anche in questi giorni particolari si vedono spuntare in ogni dove del web come funghi. 


L’elicicoltura, come settore di nicchia in ambito agricolo, con grande nostra soddisfazione, non sta riscontrando problemi nemmeno in questa fase di enorme difficoltà ed emergenza nazionale. Il settore continua a registrare consumi, proporzionati sicuramente ai limiti dettati dai divieti e chiusure di locali in tutta Italia e anche in Europa, ma la vendita del prodotto fresco e trasformato continua. Ciò che veniva ritirato di persona dal cliente, ora viene spedito. La folta e imponente flotta di corrieri che in Italia ogni giorno ritira ed effettua consegne, per fortuna, resta operativa e sta garantendo il regolare svolgimento dell’85-90% di quello che Coclè e Confederazione Italiana Elicicoltori hanno sempre condotto.


In Coclè già da metà Febbraio ci si stava preparando ad alcuni degli attuali imprevisti, motivo per il quale le nostre strutture - sia a Cherasco, con Giovanni Avagnina, sia a Piana di Monte Verna  si sono organizzate in modo da essere Operative e “Smart”. Per cui, non temete, tutto procede e viene garantito, tranne per alcuni piccoli limiti dettati da assenze di professionisti e figure varie fuori dell’egida delle nostre organizzazioni. 


Ci teniamo a fare un grande plauso a tutti i nostri collaboratori, allevatori e partner che, pur proseguendo l’attività elicicola nel rispetto dei tempi agrari, in questo periodo rimangono persone di grande serietà, che nel bacino del loro territorio sorridono e portano avanti il vero lavoro dell’allevatore, ma senza autocelebrazioni, inutili, insensate diffamazioni e pedanti racconti di cui la gente che li legge farebbe decisamente a meno.


Rimane la nostra ferma convinzione che il mercimonio che attualmente si sta consumando sulle piattaforme social, sui vari forum e post, con continue pubblicazioni che nei fini hanno anche quelli di ottenere like, commenti e - visto che ci siamo - nuovi contatti e vendite, sia tanto inutile quanto assolutamente poco professionale e anche ampiamente sintomo di scarsa intelligenza. 


Le continue frasi rimaneggiate del passato: da Einstein, a grandi uomini politici e diplomatici della storia, l’ostentato e distorto proporre l’approccio al verde, all’agricoltura ove non ci si può contagiare e il susseguire di pubblicazioni, altro non sono che una ennesima ed evitabile ricerca di spazio. Per carità, libero arbitrio di esibirsi come meglio si vuole, ma lo svendere i propri allevatori, ed il  proprio celebrarsi…forse potrebbero anche essere da riconsiderare come cose.


La guerra nell’Elicicoltura che l’Organizzazione CIE e Coclè denunciano e cercano di far presente a tutti, resta quella dell’abborracciamento, dei metodi fai da te, di soluzioni assolutamente già verificate in passato e dimostrate come fallimentari, che richiedono anche il massiccio uso di prodotti industriali (mangimi). La diffusione di queste scelte, che nel 2017 sono partite e andatesi allargando, si sono palesate tra la fine del 2018 e tutto il 2019 per quello che sono, ossia inutili e vere e proprie truffe. Il tutto semplicemente votato a vendere sistemi più o meno con lo stesso schema: chiavi in mano con fiabesche prospettive per chi investe, succulenti possibilità di guadagno, futuro ricco e meraviglioso che si raggiunge in pochi mesi o un anno al massimo…


    -    Se aggiungiamo a questo soggetti importatori che si sono dedicati anche loro a fare i venditori di lumache “fattrici” e vendita di uova di Helix, con allevamenti dai metodi molto approssimativi (ma che loro indicano come soluzione a tutti i mali e comprovata da chissà quanti anni…).


    -    Se aggiungiamo i finti allevatori annoiati che, avendo fallito nell’attività molto spesso a causa della loro mancanza di volontà, si mettono sui social e forum a incentivare soluzioni, denigrando altri e consigliando metodi che nemmeno loro hanno mai verificato…


    -     Se aggiungiamo chi si nasconde dietro i titoli di Convegni, Incontri Nazionali, Raduni e giornate di informazione per vendere presunti e fantomatici corsi a pagamento sull’Elicicoltura …


…allora sicuramente questo mondo è continuamente popolato anche da figure di dubbia serietà. 


Spesso questa è gente di passaggio, che spera di chiudere qualche vendita di allevamento di lumache con metodo di sua “invenzione”, come fossero lampadine, macchine o case, dichiarando il tutto apparentemente strutturato su basi solide.


Tutte queste figure l’anno dopo, il più delle volte, spariscono, perchè hanno imbonito un pò di gente e incassato qualche soldo, ma restano incapaci di dare ogni sorta di supporto o reale assistenza a chi ha speso e risposto fiducia in lui.


Vi inviatiamo, in conclusione, a prendere atto di questa realtà che fa parte degli aspetti meno belli e professionali dell’Elicicoltura. 


La Confederazione Italiana Elicicoltori, in qualità di organizzazione Nazionale, tutela e ha chiuso già anni fa i ponti con metodi, allevatori e presunti professionisti che non venissero da una base rigorosamente vegetale, con molluschi certificati e un criterio tale di allevamento che non dia alla lumaca raccolta determinate caratteristiche.


Gli improvvisati, quelli nati ieri o qualche anno fa che si sono d’un tratto, non si sa come, illuminati e garantiscono ritiri enormi di produzione, o che offrono sbavamenti di qualità “con stimolazione a mano”, c’èrano ci sono e ci saranno. 

Spetta al lettore di un sito web, di un post o di un articolo, vagliare e saggiare il tutto con il proprio, fondamentale libero arbitrio.


Ci auguriamo di aver fatto cosa gradita nell’aver espresso questi nostri punti e di avervi dato qualche risorsa in più nelle letture che potranno seguire in futuro

con l’e-mail si riceve la nostra newsletter

ricordiamo che Coclè e i marchi partner fanno uso esclusivo dei dati trasmessi per sole proprie comunicazioni

CONTATTI

RIFERIMENTI

INDIRIZZI

Il negozio dedicato alla lumaca Helix, Fresco, Conservato, Artigianato,

Centro di Elicicoltura Coclè

Sede Centro/Sud talia

Via Progresso - Largo Ferrari, 29

81013 Piana di Monte Verna (CASERTA)


Sede Nord Italia

Palazzo Mantica - Via Mantica, 1

12062 Cherasco (CUNEO)


Cell:          +39 366 9804145

Tel e Fax: +39 0172 488229

Per contattare Coclè a mezzo mail
I numeri di telefono per contattare Coclè
Per contattare Coclè Nord Italia e Confederazione Italiana Elicicoltori

Cell:          +39 392 1511447

Tel e Fax: +39 0823 861130

P.IVA: 04125010613

la linea prodotti

 Coclestore è presente anche su Amazon

La vendita dei prodotti Coclè anche su Amazon
Facebook
Instagram @coclestore
Coclè è anche su Linkdln
Il canale di Youtube di Coclè

Centro di Elicicoltura Coclè® - Confederazione Italiana Elicicoltori® - Filiera Lumache Italiane®- Coclestore®

sono marchi registrati e depositati - tutti i diritti riservati - all right reserved

Questo sito web fa uso di cookies 

Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli

OK